Paraspiffero porta: le soluzioni che non ti aspetti

Paraspiffero porta opzioni e consigli

La casa è il luogo più sicuro per eccellenza, e proprio per questo il tema paraspiffero porta sta a cuore a moltissime persone.

La tua dimora deve essere un luogo caldo e sicuro che ti protegge da ogni singolo evento esterno.

Pioggia, vento forte, freddo, ghiaccio, neve. Se si è a casa ogni evento atmosferico fa meno paura in quanto il tepore della tua mura domestiche riscalda anche le giornate più gelide.

Ma cosa fare se gli infissi della tua casa ormai hanno qualche problema e lasciano entrare degli spifferi d’aria davvero fastidiosi?

La prima soluzione drastica, ovviamente, è quella del cambiare totalmente i serramenti. La verità, però, è che ci sono anche altri metodi e trucchetti per risolvere il tutto con una perdita di denaro decisamente inferiore.

Sei curioso? Allora continua a leggere perché ora ti sveleremo tutto.

Paraspiffero porta: opzioni e consigli

I serramenti in legno con il tempo hanno la tendenza a modificare un po’ la loro forma e dimensione.

D’altronde si sa che il legno è un materiale vivo e proprio per questo motivo non resta immutato nel tempo.

Questo piccolo particolare, però, fa si che con il passare dei mesi e degli anni si possano creare degli spifferi davvero fastidiosi.

In pratica, si creano delle piccole fessure tra l’anta di una finestra o di una porta, o tra quest’ultime ed il telaio.

Queste fessure, anche se minime, fanno entra l’aria esterna portando ad un dispersione del calore interno della casa.

Cosa ne consegue?

Ne consegue che, ovviamente, sarà più difficile mantenere una temperatura ideale nella dimora e, quindi, anche a livello di riscaldamento generale delle diverse stanze vi sarà una spesa maggiore.

Una situazione non bella vero? Una situazione, però, che si può risolvere con i giusti accorgimenti.

Paraspiffero porta: l’occorrente

Tutto quello che abbiamo detto fino ad ora è sicuramente interessante, ma la verità è che è arrivato il momento di capire la soluzione a questo problema.

Le cose che puoi trovare in commercio e che vengono in tuo aiuto sono davvero moltissime:

  • guarnizioni adesive con profilo a E e a V in gomma
  • guarnizioni a spazzola per porte e porte-finestre
  • bordini autoadesivi standard
  • bordini autoadesivi per interstizi grandi
  • bordini  autoadesivi per interstizi piccoli
  • paraspifferi sottoporta

Insomma, hai davvero l’imbarazzo della scelta ed è praticamente impossibile che tu non riesca a trovare la soluzione che risponda perfettamente alle tue esigenze specifiche.

Una volta individuato lo paraspiffero perfetto per la tua situazione dovrai necessariamente munirti anche di una forbice.

Infatti, tutte le diverse guarnizioni vengono vendute in una metratura lineare che può essere tagliata a seconda della misura del tuo serramento.

Paraspiffero porta: consigli per l’installazione

Procedere con l’installazione dei diversi paraspifferi è più semplice di quello che pensi.

In pratica, dovrai prendere la misura del tuo serramento e procedere con il tagliare il pezzo della guarnizione da te scelta.

L’installazione avviene tramite un adesivo quindi non avrai bisogno di chiodi, viti od altro.

Qual è il procedimento per ottenere un risultato perfetto?

  • Pulisci molto bene l’infisso che devi sistemare.
  • Prendi il pezzo di guarnizione da te scelto.
  • Togli la protezione del nastro adesivo.
  • Fai aderire la guarnizione al serramento e procedi premendo forte con le dita.
  • Chiudi il serramento in modo che il contatto vada a far aderire ancora meglio l’adesivo e la guarnizione prenda la giusta forma.

Come vedi è davvero semplice, immediato ed anche economico.

Per la base della porta, poi, oltre alla guarnizione a spazzola è molto utile anche l’utilizzo del salsicciotto paraspifferi.

Vedrai che l’abbinamento delle due tipologie proteggerà l’interno della tua casa da qualsiasi spiffero d’aria.