Videochiamate di lavoro: come regolare l’illuminazione

Videochiamate di lavoro

Come regolare l’illuminazione per apparire più professionale durante le videochiamate di lavoro

Da alcuni anni è diventato normale utilizzare le videochiamate per parlare di lavoro con i clienti che non possono venire in studio o per fare delle riunioni veloci tra colleghi distanti. Ma è soprattutto negli ultimi mesi, a causa del confinamento da Covid-19 che ha incoraggiato lo smart working, che le videochiamate sono diventate essenziali per il business di molte aziende

La parte più difficile delle videocall da casa è quella di riuscire a regolare l’illuminazione giusta che ti dia un tono professionale anche se non ti trovi in ufficio. 

Come dice il light designer Marco Petrucci, sul sito petruccimarco.it,

“È il dialogo tra la luce naturale e artificiale a contribuire a dare armonia ed equilibrio agli ambienti, siano essi ricreativi o lavorativi. È importante, quindi, fare attenzione al tipo di illuminazione che si utilizza.”

Ecco alcuni consigli utili per poter illuminare nel modo giusto qualsiasi ambiente della casa in cui intendi lavorare.

Prima scegli l’ambiente giusto

Durante la videochiamata quello che il tuo interlocutore vede sono il tuo busto e lo sfondo della stanza da cui chiami, quindi è importante scegliere l’ambiente giusto. Non solo devi scegliere la stanza più opportuna per far bella figura, ad esempio un angolo del salone – evitando il bagno, cucina o stanze disordinate- ma anche per avere la corretta illuminazione. Infatti, se la tua postazione di lavoro si trova in una stanza ampia, dai colori chiari e ben illuminata, soprattutto da luce naturale, la qualità visiva della videochiamata sarà nettamente migliore. Per le stanze piccole o poco illuminate invece dovrai utilizzare molta luce artificiale

Sfondo neutro

Lo sfondo preferito da chi è abituato a fare videochiamate di lavoro è senza dubbio la libreria, che però appesantisce l’atmosfera e rende i toni del video troppo cupi. Molto meglio prediligere uno sfondo neutro, con colori chiari, caldi e omogenei  decorati con qualcosa di semplice come una mensola con pochi libri o una cornice.

Trova la giusta illuminazione

Se ti trovi in una stanza ben illuminata da luce naturale, colloca lo schermo del dispositivo in posizione frontale alla provenienza della luce, in questo modo il tuo viso verrà illuminato per bene.Evita invece fasci di luce fluorescenti o posizionati sulla testa perchè creeranno troppe ombre sul viso, meglio sfruttare una sola luce laterale, dai toni caldi e a led.

Da quale dispositivo ti connetti?

Tablet, Computer, Smartphone: anche il dispositivo che utilizzi può cambiare la qualità della videochiamata. Soprattutto per Smartphone e Tablet in molti usano la selfie ring light, una piccola luce ad anello removibile, acquistabile a prezzi bassi online, che si attacca al telefono durante la videocall donando un effetto di luce più professionale. 

Ultimi dettagli da non dimenticare

In ultimo, ci sono tre dettagli da non dimenticare. Il primo è la posizione dell’obiettivo: per un’immagine migliore la webcam deve essere posizionata non troppo vicino al viso e al livello degli occhi, quindi sarà opportuno utilizzare dei libri per alzare il portatile o altri supporti per poter mantenere fermi altri dispositivi all’altezza che si desidera.

Il secondo dettaglio è la postura

  • mai ingobbirsi e curvare le spalle;
  • restare sempre con la schiena dritta e il mento all’infuori per non creare ombre;
  • guardare la webcam piuttosto che al centro dello schermo.

Un ultimo dettaglio, utilizzato per lo più dalle donne, è il make up: con un po’ di blush puoi dare più colorito alla pelle per un aspetto fresco e luminoso.

Una volta messi a punto tutti questi procedimenti, le videochiamate miglioreranno nettamente di qualità, dando un tono più professionale ad ogni call di lavoro.