Lame a nastro per segatronchi per lavorazioni accurate

Lame a nastro per segatronchi per lavorazioni accurate

Grazie alle lame a nastro per segatronchi sarà possibile lavorare il legno e diversi materiali con risultati molto precisi e professionali. Queste particolari lame metalliche sono infatti provviste di denti in grado di seguire tagli differenti a seconda delle necessità. Ogni lama è inoltre sorretta da volani e scorre all’interno di una scanalatura posta in maniera orizzontale nel ripiano sottostante, in cui viene collocato l’oggetto da tagliare.

La precisione con cui si ottengono i vari tagli può variare in base alle tipologie di lame a nastro per segatronchi che vengono utilizzate. In particolare esistono lame strette, particolarmente flessibili e adatte per realizzare tagli molto dettagliati, ma che di contro sono delicate e di usurano velocemente. In alternativa si possono usare lame a nastro per segatronchi larghe, come quelle che trovi sul sito www.crocoblade.com che garantiscono tagli meno accurati ma al contempo offrono il vantaggio della durevolezza nel tempo.

In fase di scelta di una lama a nastro per segatronchi, pertanto, è importante considerare il tipo di taglio che si desidera ottenere. Tuttavia, una volta note le caratteristiche delle lame strette e larghe è bene valutare anche ulteriori fattori.

A questo riguardo una considerazione merita la forma dei denti della lama, perché da questa dipenderanno tagli più o meno affilati. Anche la distanza fra i singoli dentini è un aspetto che non deve essere sottovalutato, perché a seconda della posizione sarà possibile ottenere tagli maggiormente netti.

Migliori risultati, in tutti i casi, si raggiungono preparando la macchina in maniera corretta e per la lavorazione che si desidera portare a termine. La macchina segatronchi è infatti provvista di rotaie sulle quali si fanno scorrere i pezzi di legno da intagliare. Questa macchina è anche circondata da un’apposita recinzione per garantire la massima sicurezza dell’artigiano. Inoltre presenta un apposito tasto per arrestare il funzionamento in caso di pericolo.

Ma come funziona esattamente una macchina segatronchi? I vari tronchi vengono inseriti in sequenza in modo che possano entrare a contatto diretto con le lame. Quest’utime agiscono per inerzia ad alta velocità, garantendo tagli fluidi anche quando la forza motrice dentro al macchinario viene meno. Occorre anche considerare che una macchina segatronchi è provvista di appositi freni motore che restano i moti generati dall’inerzia. L’avvio del freno motore riesce ad assicurare l’arresto definitivo della macchina, in modo da evitare che il sistema meccanico possa influire in modo negativo sulla sicurezza degli utilizzatori.

Lame a nastro per segatronchi: il taglio

Una volta portata a termine la prima operazione di taglio, il tronco viene anche lavorato dalla sega circolare. Quest’ultima taglia le tavole di legno per lungo, in modo da consentire la produzione di blocchi dalle dimensioni personalizzate. Anche in questo caso il processo richiede elevati standard di sicurezza. Infatti, l’area nella quale viene ubicata la sega circolare dovrà essere delimitata in maniera opportuna, per evitare che gli artigiani posso avvicinarsi inavvertitamente alla zona di taglio.

Quanto tempo serve per portare a termine il processo di taglio? La tempistica varia notevolmente e dipende proprio dalla quantità di legno e dal materiale che bisogna trattare. In generale usando lame a nastro per segatronchi di qualità sarà possibile ottimizzare il lavoro ed evitare risultati imprecisi che costringono a ripetere la sessione di taglio.

In commercio esistono lame adatte per piccoli volumi, ma anche studiate per eseguire un taglio altamente performante. Oltre alle lame bimetalliche con punte in acciaio specifiche per i metalli, esistono quelle più comuni in carbonio e contraddistinte da un buon rapporto qualità prezzo. Non mancano, infine, lame a nastro per segatronchi di tipo stellitate, ovvero sottoposte ad uno specifico trattamento a base di cobalto e cromo, in modo da garantire massima durevolezza nel tempo. Queste lame infatti resistono alle rotture e richiedono affilature o sostituzioni sporadiche.