Lo stile androgino: il lato oscuro della femminilità

Lo stile androgino: il lato oscuro della femminilità

La donna che sfoggia lo stile androgino esprime una sensualità alternativa, è sexy, è trasgressiva e non ha paura di esaltare il lato più nascosto della sua femminilità. Quello forte, caparbio, guerriero, potente e dominante.

Lo stile androgino moderno: molto più che scimmiottare un maschio!

Una volta le donne che amavano e sceglievano per se stesse lo stile androgino (approfondisci https://mazzitelli1981.com/), di cui al link appena riportato abbiamo diversi esempi, venivano considerate come quelle che volevano imitare gli uomini. Oggigiorno, in un’epoca in cui le differenze di genere si stanno finalmente azzerando e non vengono continuamente sottolineate, il concetto di androginismo assume sfumature molto più profonde, variegate e interessanti. Non si tratta più di scegliere abiti e tagli di capelli dal taglio maschile e di cercare di camuffarsi da uomo ma, piuttosto, di esaltare i lati spesso mortificati di una femminilità dirompente ed esplosiva, che esula dallo stereotipo di dolcezza e morbidezza. Non basta più, per essere androgine, scegliere un pantalone da completo maschile o abbinare una cravatta al proprio tailleur. Si tratta di esprimere, tramite l’outfit e il proprio aspetto, un’eleganza asciutta che esalti più il temperamento, la personalità e l’atteggiamento rispetto alle forme.

I capelli: sempre corti nello stile androgino

I tagli femminili corti stanno spopolando e sono uno dei trand del momento. La zazzera cortissima mette in risalto i lineamenti del viso, punta l’attenzione sullo sguardo, non nasconde il volto. Psicologicamente parlando, l’abitudine e la consuetudine consolidatasi nei secoli di imporre alle donne i capelli lunghi era anche un modo subdolo di costringerle a celare il più possibile le loro espressioni e, di conseguenza, emozioni ed idee. Tagliare i capelli ed esporre il volto significa uscire allo scoperto, dimostrare di non avere paura e di poter affrontare chiunque faccia a faccia, senza veli. Tuttavia, non è sempre necessario rinunciare alla chioma per sfoggiare un look androgino. Anzi, il contrasto tra capelli lunghi lasciati liberi sulle spalle e abiti dal taglio deciso arricchiti con accessori maschili è molto interessante e innovativo.

Come creare un perfetto outfit in stile androgino

Il senso e l’idea del look androgino è quello di evitare di esaltare le forme femminili per dare più risalto alla postura, all’atteggiamento. Sì, quindi, ai pantaloni di taglio classico maschile abbinati a camice semplici e dalla linea dritta, in tinta unita. Per quanto riguarda i colori puntare sui neutri: bianco, nero, tutte le sfumature del grigio, blu scuro, beige, cachi. Fondamentali, per realizzare un outfit androgino impeccabile, la scelta degli accessori. Promosse a pieni voti le bretelle e le cinture, meglio se in materiali come il cuoio, la pelle o simili. Bene anche le cravatte e i papillons, ricordando di preferire sempre la sobrietà e la semplicità e di non lasciarsi tentare da colori eccentrici o linee troppo elaborate. Il leitmotiv dello stile androgino sta proprio nelle linee coerenti, dritte, semplici e decise. Se si amano i gioielli è meglio puntare su pochi pezzi importanti e vistosi come grandi orologi, bracciali o anelli in acciaio. Gli orecchini, invece, dovrebbero essere minuscoli, piccoli punti luce appena visibili: diamantini o micro-zirconi sono l’ideale.

Le scarpe: fondamentali!

Un look androgino perfetto non può prescindere dalla scelta della scarpa ideale. Per il giorno sì a stringate e mocassini dal gusto classico o alle sneakers in tinta neutra se si desidera dare un tocco casual e sportivo al proprio outfit. Per la sera si possono azzardare contrasti estremamente sexy e trasgressivi, abbinando una scarpa scollata dal tacco altissimo a un completo dal taglio decisamente maschile o restare coerenti scegliendo un mocassino basso in vernice.

Altri suggerimenti per un look androgino da manuale

Naturalmente, pur adottando uno stile androgino, è importante avere ampia scelta per poter indossare ogni mattina qualcosa di adatto all’occasione o al proprio umore della giornata. Tra i capi che non possono mancare nell’armadio non dimentichiamo:

  • pantaloni palazzo o a sigaretta;
  • gilet o panciotti;
  • blazer oversize o, comunque, che scenda morbido lungo la figura;
  • gemelli in oro per le occasioni formali;
  • giacca in tinta neutra di taglio maschile.

E il make-up? Essere androgine non vuol dire rinunciare al trucco, anzi! L’ideale è scegliere lo stile e i colori che valorizzino al massimo il proprio viso, esagerando con colori forti sulle labbra e puntando su ciglia lunghissime, che incorniciano gli occhi e donano profondità allo sguardo.