Perché abbiamo bisogno di trovare l’anima gemella

Perché abbiamo bisogno di trovare l'anima gemella

Gran parte della cinematografia e della letteratura ci spinge a cercare l’anima gemella. Ora ci sono le serie tv che, a mo’ di mantra, ci ricordano che stare da soli non è tutta ‘sta gran pacchia e che – forse – la vita in due si affronta meglio.

La smania di come trovare l’anima gemella non è un argomento affatto nuovo, lo sappiamo tutti e, specie in questo particolare periodo storico, ci siamo ritrovati a fare i conti con un vuoto affettivo che pensavamo di non avere.

I più (s?)fortunati hanno addirittura capito che chi avevano accanto, probabilmente non era la persona giusta: la potenza della convivenza forzata.

Certo, c’è poi chi è single per scelta altrui, chi ha avuto brutte esperienze ed ha paura di ricominciare e di fidarsi di qualcuno. Ma in fondo al cuore c’è sempre quel barlume di speranza di incontrare quel qualcuno perfetto, pronto a cambiarci la vita in meglio.

Amore 2.0: principi e principesse cercasi online

Il fenomeno sempre più attuale e diffuso è quello di cercare l’anima gemella online, un modo ed un mondo alla portata di tutti che si esprime al meglio attraverso i siti di incontri  e per districarsi in questa giungla del dating online ci dà una mano il sito LaNottediVenere.it specializzato proprio in questo settore.

È l’amore 2.0, la volontà di usare un mezzo semplice ed efficace per realizzare il sogno dei sogni: trovare un principe o una principessa romantica che porti via dal grigiore quotidiano della singletudine.

Se da una parte è indubbio che queste piattaforme siano ormai entrate nell’uso consuetudinario per conoscere un potenziale partner, dall’altro lato ci si deve porre un essenziale domanda: perché abbiamo bisogno di trovare l’anima gemella?

La psicologia dietro la ricerca dell’anima gemella

La ricerca del partner perfetto, uomo o donna che sia, è sicuramente un’imposizione di tipo sociale. Basti guardare ai politici americani in tempo di elezioni (e non solo), dove ogni mossa è studiata da un team di esperti: ne avete mai visto uno senza la classica “famiglia perfetta”? Ecco.

La società ci ha da sempre insegnato che la direzione giusta è quella della famiglia, della coppia. Chi è single, divorziato o separato è visto “con sospetto”, come qualcuno che ha fallito e/o non è andato nella direzione giusta.

Se questa situazione era un punto fermo ed incrollabile delle vecchie generazioni, anche se lentamente, le cose sono e stanno cambiando. In tal senso, non è più un obbligo sociale trovare un partner, ma si sceglie – non a caso – l’anima gemella, ovvero qualcuno con il quale condividere la propria vita con intento e non con coercizione sociale per sentirsi di nuovo nel gruppo.

Naturalmente, ci sono anche altri meccanismi che possono spingere verso la ricerca di un partner fisso, come la volontà di costruire una famiglia con la persona giusta o altre motivazioni. Ma, in linea molto generale, possiamo sempre farle rientrare nel novero di una derivazione socio-culturale stratificata nei secoli.

Scegliere, non accontentarsi

La caduta delle sovrastrutture, la possibilità sempre più ampia e semplice di conoscere persone grazie al web ha avallato un momento storico: quello di poter scegliere il partner, di non accontentarsi.

Al di là dei singoli soggetti che ancora temono di restare soli e, di conseguenza, si sistemano con quello/a che rappresenta il male minore, oggi abbiamo un oceano infinito di possibilità.

Si può conoscere qualcuno di interessante anche a centinaia di chilometri da sé, pur restando sdraiati in poltrona. Ciò è non solo comodissimo a livello logistico, ma assolutamente esponenziale in termini di possibilità, soprattutto per chi vive in un piccolo centro o non ama fare vita mondana.

Come trovare l’anima gemella diventa quasi un gioco da ragazzi, certo impegnativo, ma coinvolgente. Inoltre, il meccanismo impone mai un momento di noia o di sconforto: se non va bene con qualcuno, c’è un mare di persone che è in attesa di bussare alla porta dell’amore.

Basta aprire e prendere tutto con filosofia: prima o poi, quello giusto/o arriva!