Come pulire un aspirapolvere ciclonico

come pulire un aspirapolvere ciclonico

La vostra casa deve essere costantemente pulita e correttamente, poiché il proliferare di acari della polvere potrebbero generare fastidiose allergie alle vie respiratorie specie nei bambini. Premesso ciò, va altresì aggiunto che oggi sul mercato c’è anche l’aspirapolvere ciclonico ossia senza sacco.

Come riporta anche questo articolo sugli aspirapolvere ciclonici, senza una corretta pulizia, questo funzionale apparecchio potrebbe diventare un buon ricettacolo di batteri per cui è fondamentale pulirlo periodicamente e seguendo delle specifiche linee guida.

Alla domanda come pulire l’aspirapolvere ciclonico, la risposta non è difficile da fornire; infatti, basta seguire dei passaggi ben precisi che vi consentiranno di portare a buon fine l’operazione e tenere l’apparecchio pronto per ogni occasione. In riferimento a quanto sin qui premesso, ecco una guida dettagliata su come pulire un’aspirapolvere ciclonico.

Operazioni preliminari

Per eseguire una corretta pulizia del vostro aspiratore ciclonico è necessario avere a disposizione una serie di attrezzi di uso comune indispensabili per smontare l’apparecchio e rendere l’igienizzazione profonda e accurata. Premesso ciò, innanzitutto dovrete raccogliere i suddetti attrezzi in modo da averli a portata di mano quando sono necessari.

Inclusa in questa lista ci deve essere anche il manuale delle istruzioni fornito dal brand produttore, un panno antistatico, una bomboletta spray di aria compressa e del detergente liquido. Con tutto l’occorrente a disposizione potete procedere con i suddetti passaggi.

Passaggio 1: smontare le varie parti dell’aspirapolvere

Per iniziare, vi consigliamo di rimuovere tutte le parti lavabili e sostituibili che fanno parte del vostro aspirapolvere ciclonico. Nello specifico si tratta di togliere il contenitore della polvere, il pezzo secondario del ciclone che si trova sopra lo stesso contenitore e tutti gli accessori di attacco tra cui il filtro pre-motore e quello post-motore.

A questo punto con il libretto delle istruzioni alla mano, controllate quali altre parti è possibile smontare dal vostro apparecchio in modo da poterle pulire accuratamente.

Passaggio 2: lavare le parti e lasciarle asciugare all’aria

Una volta che avete messo da parte i vari componenti il consiglio è di immergerne ognuno in un lavandino colmo d’acqua saponata o in un ampio recipiente di plastica.

Fatto ciò è importante sottolineare che la maggior parte di questi aspiratori senza sacco il ciclone secondario, le bacchette di estensione e il filtro pre-motore possono essere lavati anch’essi con acqua e sapone, mentre le altre devono essere pulite solo con un panno per la polvere.

Tuttavia per i suddetti componenti è sempre opportuno fare riferimento al manuale del brand produttore prima di immergerli in acqua e sapone.

A questo punto prima di passare allo step successivo è importante ricordare che il filtro post motore del vostro aspirapolvere ciclonico deve comunque essere sostituito completamente ogni 6 mesi circa. Inoltre, vi consigliamo di lasciare il tempo per consentire alle parti di asciugarsi all’aria prima di rimontarle di nuovo.

Passaggio 3: spolverare gli scomparti interni del ciclone

Il contenitore della polvere non è sigillato, e ciò significa che gli scomparti interni possono diventare piuttosto polverosi. Tuttavia è sufficiente usare un panno per la polvere vecchio stile o antistatico e pulire questo scomparto stretto e monoblocco.

Il modo migliore per farlo a fondo è però quello di utilizzare una bomboletta di aria compressa che si usa proprio per la componentistica elettronica e che non genera umidità e conseguente ossido.

Passaggio 4: rimuovere la spazzola rotante per pavimenti e pulirla

Per questo passaggio, avrete bisogno di un cacciavite per svitare il vano che contiene la spazzola rotante per pavimenti. Una volta rimosso, potrete accedere a questo funzionale elemento e pulirlo, eliminando soprattutto filamenti vari come ad esempio ciocche di capelli o agglomerati di lana.

Il momento è tra l’altro propizio per ispezionare la cinghia di trasmissione del ciclone e verificare se è usurata oppure se presenta tagli o aree maggiormente sollecitate.

Se notate uno di questi danni è opportuno provvedere alla sostituzione con una di eguale spessore e forma. In merito a ciò, è importante sapere che la maggior parte dei grandi magazzini vendono cinghie di trasmissione di ricambio per tutte le principali marche di aspirapolvere ciclonico, per cui trovare quella che vi occorre non dovrebbe essere difficile.

Passaggio 5: rimontare di nuovo l’aspirapolvere ciclonico

Dopo che tutte le parti del vostro apparecchio sono state lavate, asciugate e spolverate potete rimontare il tutto installando anche il filtro post motore nuovo se necessario. Fatto ciò, non vi resta che riutilizzare il vostro aspirapolvere ciclonico con la certezza che è pulito e che funzioni come il primo giorno.

Conclusioni

La pulizia e la manutenzione regolari dell’aspirapolvere ciclonico lo fanno funzionare in modo efficiente, gli consentono di aspirare bene lo sporco e i detriti e può persino allungarne la vita operativa.

In generale, dovreste pianificare di pulire in profondità tutte le parti almeno ogni 6 mesi o un anno a seconda di quanto lo utilizzate.